In pochi sanno che nel Caribe Messicano è possibile assistere a uno spettacolare fenomeno della natura.
La bioluminescenza notturna.

Che cosa è
La bioluminescenza notturna 
è uno spettacolo magico che si verifica di notte nelle acque del Mar dei Caraibi, dove è possibile vedere i microorganismi come il plancton che si tingono di giallo fosforescente, se agitati nell’acqua da un qualsiasi movimento.
Tecnicamente, il fitoplancton, che è una specie di micro alga galleggiante delle superfici oceaniche, attraverso particolari reazioni chimiche aiutate dai movimenti delle onde oppure dai pesci che nuotano vicino, trasforma la propria energia chimica in energia luminosa, e questo fa sì che alcune baie si illuminino di un colore blu brillante alternato a luccichii dorati, creando uno spettacolo indimenticabile.

Dove e quando si può vedere

Per goderti questo spettacolo magico non avrai bisogno di nessun occhiale speciale. Ti basteranno i tuoi occhi per goderti questo unico fenomeno naturale.

Sebbene questo fenomeno sia presente in diverse zone del Messico, l’isola di Holbox è considerato uno dei migliore posti per apprezzare al meglio questo spettacolo.

L’isola di Holbox si trova nello stato di Quintana Roo, poco al largo dalla costa di Cancun, ed è una piccola isola di pescatori situata nell’area protetta Yum Balam.
Essendo un area protetta, non è consentito l’ ingresso nell’ isola di veicoli ai motore, e qui è normale circolare con delle macchine da golf.

È famosa per possedere una grande quantità di specie di pesci e uccelli e anche per i famosi squali balena, una specie di squalo filtratore, considerato uno de più grande vertebrato non mammifero del mondo animale, arriva ad essere lungo 20 metri e con un peso medio di 34 tonnellate, considerato inoffensivo per l’uomo.
L’isola è raggiungibile in barca e dista solo 20 minuti da Chiquila.

Il punto migliore per vederla

Un consiglio è quello di andare a conoscere la spiaggia di Punta Cocos, con le sue incredibile acque cristalline, le sabbie bianche, dove è possibile godere di uno dei più belli tramonti al mondo, ma poi, quando cala l’oscurità avviene la magia della bioluminescenza. Questo spettacolo ti farà ricordare delle cose belle che la natura ha ancora da offrite, prepara il cuore e tuffati nell’oceano per vederlo brillare.

Il fenomeno della bioluminescenza può essere visto da luglio a gennaio, me preferibilmente nei mesi da luglio a settembre, intorno al giorno 25 di questi mesi, questo perché intorno al 25 è quando c’è meno luce nel cielo.

Un progetto immobiliare davvero sorprendente quello che sta prendendo piede nel Quintana Roo a Tulum.
Case completamente ecosostenibili con energia rinnovabile, sistema di depurazione delle acque, e perfettamente integrate nella selva della giungla.
Molti dei nuovi condomini godono di una piscina sul rooftop con vista meravigliosa sulla giungla.

In pochi sanno che il Messico è un paese in grande espansione a differenza di tanti paesi Europei, e alcune località sono in crescita esponenziale. Segnaliamo in particolare la rapida espansione immobiliare di Tulum, con progetti di eco-design completamente green e integrati nella natura circostante. Da un lato la giungla, all’altra il mare dei caraibi. Comprare oggi casa a Tulum è un investimento d’oro, che in pochi anni frutterà molto bene.

Il Day Zero Festival è uno dei più importanti eventi al mondo legati alla musica elettronica, e si tiene ogni anno nel mese di Gennaio nella giungla circostante Tulum.
Nato dalla convergenza sincretica tra misticismo, musica, natura, e sentimento apocalittico originato dalla fine del calendario Maya nel 2012 (da qui Day Zero – Giorno Zero), ha avuto grande successo e si è sviluppato a tal punto da convogliare ogni anno giovani da tutto il mondo che partecipano per celebrare libertà, natura, divertimento e musica.

La location è davvero incredibile: una dancefloor nel bel mezzo della giungla messicana, che al calare della notte si illumina con le innumerevoli installazioni luminose che rendono l’atmosfera magica. Ogni edizione è sempre più ricca e vanta le migliori line-up con DJ tra i migliori al mondo, curate personalmente da Damian Lazarus, produttore musicale e artista di spicco nella scena della musica elettronica contemporanea e Deep House.

Pregevole anche l’animazione, che, impostata sul tema del misticismo e della riconnessione con la natura, è fatta di antichi rituali sciamanici, costumi Maya, performers e dancers in costumi particolarissimi che si esibiscono anche su trampoli nel bel mezzo della folla.

Annoverata dal Billboard Magazine come “party History”, ossia come festa storica, può senz’altro essere considerata “la festa delle feste”.
Se state pianificando un viaggio in Messico nel mese di Gennaio, ci sentiamo caldamente di consigliarvela!

Il Messico è una destinazione che attrae turisti di ogni tipo da ogni parte del mondo. Giovani, meno giovani, avventurieri, festaioli in cerca di movida, famiglie che cercano oasi relax dal tutto incluso, grandi appassionati di storia, arte e architettura che vengono ad ammirare i templi Maya e le città Azteche.
Ma a nostro parere ci sono 3 luoghi che non si possono proprio perdere in un viaggio in Messico, qualunque sia la principale ragione della visita.

1. Chichen Itzà – La città Maya

2. Tulum – Playa de las Ruinas

3. Akumal – Cenote Dos Ojos

4. Rio Lagartos – Gita in barca nella laguna

5. Las Coloradas – Visita alle saline rosa

Il Ceviche è un piatto tipico dell’America Latina, ma in Messico è davvero particolare per via dell’abbondanza della materia prima nel paese. Preparato con pesce crudo marinato, cipolla, lemongrass e pomodoro è un piatto fresco e proteico, senza grassi. Ottimo da gustare sotto l’ombra di una palma su una spiaggia caraibica, ti permette di rimanere leggero e essere sazio al tempo stesso.